Mal di montagna

Il mal di montagna acuto, anche conosciuto come mal di altitudine, è la mancanza di adattamento dell’organismo nelle altezze chiamato ” ipossia ” (mancanza di ossigeno), può iniziare a 2000 m.s.l.m. ed è proporzionale alla velocità di salita e altitudine raggiunta.

Il mal di montagna può colpire qualunque persona e è più frequente in minori di 50 anni.

Sintomi
Comportamento in alteza
Quando si manifestano i sintomi?
Cosa fare
Rimedi
Casi estremi

01
02
03
04

Sintomi di mal di montagna

Nella maggioranza dei casi, i sintomi sono lievi o moderati con una o varie di queste manifestazioni:

  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Difficoltà respiratoria
  • Stanchezza fisica
  • Nausea e vomito
  • Battito cardiaco accelerato
  • Disturbi del sonno
  • Dispnea notturna (svegliarsi bruscamente con sensazione di soffocamento)
  • Disturbi della digestione
  • Mancanza di appetito

Tutti questi sintomi sono tipici di mal di montagna e non è di preoccuparsi.

 

Comportamento nelle altezze

Prima che tutto, la cosa più importante è mantenere la calma, il fattore psicologico è sostanziale per la sparizione veloce o in volta per l’agraviamiento dei sintomi.
Molti viaggiatori si spaventano con le prime manifestazioni o anticipano con ansietà i sintomi per avere letto o ascoltato su esperienze spiacevoli di altri turisti. Ogni persona ha una reazione propria al mal di montagna e nessuno può sapere in anticipo come si sentirà in altitudine.

 

Quando possono apparire i sintomi?

Poche persone sono affettate in altezze minori a 3,000 m.s.l.m.
I sintomi possono apparire a tutta velocità in meno di un’ora al momento di arrivare, o dopo di varie ore. In alcuni casi, può sentirsi i primi effetti 2 o 3 giorni dopo essere arrivato in altitudine.

 

Cosa fare?

Lo ideale è salire gradualmente con la finalità di adattarsi minimo un giorno, 2,500/3,000 m.s.l.m).
In ogni caso è molto importante:

  • Mantenersi perfettamente idratato (minimo 2 litri di acqua al giorno).
  • Limitare gli sforzi nel primo giorno.
  • Mangiare con moderazione e privilegiare una dieta ricca in carboidrati (pane, cereali, paste, riso, patate).
  • L’apporto di zucchero come caramelle è abbastanza raccomandato.
  • Evitare i tranquillizzanti e sonniferi.

Rimedi

  • Analgesici: aspirina, paracetamolo, ecc., sono raccomandati con moderazione.
  • Coca: tutti i ristoranti e hotel ubicati nelle Ande offrono “mate di coca” con foglie secche, efficace come analgesico ed anestetico per regolare la carenza in ossigeno e pressione arteriale. Si può sperimentarsi anche la masticazione delle foglie come lo fanno i locali.
  • Muña: Il mate di muña è molto buono per tutte le disturbi della digestione.prodotto naturale mal montagna altitudine Le guide locali normalmente consigliano ai turisti di sfregare tra le sue mani alcune rametti di muña che dopo si inala per alleviare le vertigini.
  • Alti Vital: questo composto di piante naturali riunisce coca, muña e anche guaraná e zenzero il quale permette di lottare contro la stanchezza ed alleviare il mal di testa grazie alla caffeina.
  • Ossigeno: In caso di problemi per respirare, può chiedersi ossigeno nei hotel.

Casi gravi

In casi estremi (una di ogni 5,000 persone approssimativamente), un’evoluzione maligna dal mal di montagna può portare a due malattie potenzialmente pericolose, l’edema polmonare e l’edema cerebrale.
La diagnosi precoce (nelle prime ore) è molto importante perché sono facili da
guarire nelle fase iniziali mediante un’ospedalizzazione.

Edema polmonare

L’Edema Polmonare di Altitudine, è un’accumulazione pericolosa di liquido nei polmoni impedendo l’apertura delle cavità aeree per riempirsi di aria.
I sintomi che devono portare al paziente a consultare un medico il più presto possibile sono:

  • Tosse irritante
  • Espettorazione schiumosa
  • Espettorazione di sangue
  • Rigidità o congestione pettorale
  • Rumori nei polmoni
  • Colorazione azzurrata della pelle (cianosi)
  • Impossibilità di camminare o coordinare i movimenti
  • Gran difficoltà respiratoria in riposo
  • Tachipnea, aumento della frequenza respiratoria

Edema cerebrale

L’Edema Cerebrale di Altitudine, è un’accumulazione di liquido nel cervello.
I sintomi sono i seguenti:

  • Cefalea (mal di testa) di gran intensità nella nuca
  • Fotofobia (intolleranza anormale alla luce)
  • Problemi motori
  • Allucinazioni
  • Confusione
});