Muña

Nome scientifico: Minthostachys mollis
Famiglia: Limaceae
Origine: Ande

Descrizione

La muña cresce nelle Ande a partire dai 2,700 m.s.l.m. È un arbusto che può misurare fino a 1.20 m di altezza di piccole foglie e fiori bianchi.

muna pianta ande

Utilizzo

Nelle altezze, la muña è eccellente per il mal di stomaco, nausee e difficoltà per respirare.

Mal di montagna

Quando appaiono i sintomi di mal di montagna, le guide della regione del lago Titicaca normalmente dà ai turisti rami di muña che si sfregano tra le sue mani e poi li inalano alleviando così nausee, liberano i bronchi e decongestionano le vie respiratorie.

Problemi stomacali

Le foglie e fiori della muña si bevono in infusione per alleviare gonfiori e dolori stomacali, facilitare la digestione e prevenire le flatulenze, contribuendo anche ad eliminare i parassiti intestinali.
Recenti studi nel 2007 hanno permesso di scoprire che la muña facilita l’eliminazione dell’organismo del helicobacter pylori, un batterio responsabile dei dolori stomacali, vomiti, diarree, intossicazione alimentare, gastrite e gastroenterite, ed anche della maggioranza delle ulcere.
Riferimento: Facoltà di Farmacia e Biochimica UNMSM 2009
Il “mate di muña” si serve nei ristoranti andini, soprattutto nella regione del lago Titicaca.

Altri benefici

  • Asma – Si usa la muña in casi di crisi di asma.
  • Rinvigorimento delle ossa – Grazie al suo alto contenuto in calcio e fosforo, la muña facilita il consolidamento ed evita la decalcificazione delle ossa e denti, permette un recupero più rapido in casi di fratture e diminuisce le possibilità di apparizione di osteoporosi.
  • Insetticida – Gli Inca utilizzavano già la muña nel suo “colcas” (depositi di alimenti) per proteggere i viveri contro le piaghe e controllare la germinazione. Attualmente, i contadini andini seguono con l’uso della muña per proteggere le sue coltivazioni, gli animali contro i parassiti e come repellente.
  • Falene – La muña con la sua fragranza penetrante è molto efficace contro le falene.
  • Fuochi d’artificio – Alcune comunità andine preparano una polvere a partire dei fusti della pianta mescolato con resina, alcool e zolfo, col quale si preparano i fuochi d’artificio per esempio durante le feste nella città di Ayacucho (Ande centrali di Perù).
  • Cucina – Nelle Ande, la muña si usa come saborizante in vari piatti per il suo aroma simile alla menta.

Riferimenti:
INS – Istituto Nazionale di Salute

 

Composizione ed analisi chimica della muña secca

(Tavole peruviane di componenti degli alimenti – 1996)

Contenuto in mg per 100 g della parte commestibile:

COMPOSIZIONE mg / 100 g
Proteine 3.20
Grasso 2.80
Carboidrati 66.30
Fibre 9.40
Ceneri 11.70
VITAMINE  mg / 100 g
Vitamina A – retinol 306
Vitamina B1 – tiamina 0.35
Vitamina B2 – riboflavina 1.81
Vitamina B3 – niacina 6.85
Energia 299 Kcal
MINERALI mg / 100 g 
Calcio 2.237
Fosforo 269
Ferro 22.40

Composti naturali

Mentona, isomentona, linalol, cariofileno, carvacrol acetato, espatulenol, limoneno, pulegona, isopulegona

});